Blog e News

Blog e News

  1. Home
  2. /
  3. Blog
  4. /
  5. Professionisti
  6. /
  7. Scadenze e servizi per...

Scadenze e servizi per Partita IVA 2022

Quali sono le scadenze per partita Iva nel 2022? Rispondiamo a qualche domanda in questo articolo dedicato all’argomento.

Aprire una partita Iva non è complesso se hai al tuo fianco un supporto concreto che possa alleggerire il peso delle tante incombenze e pratiche da sbrigare; inoltre, devi sempre stare attento alle tante scadenze, fiscali e non, da rispettare spesso tassativamente.
In questo articolo facciamo una breve panoramica sulle principali scadenze e sui nostri servizi pensati per chiunque decida di dare avvio alla propria attività imprenditoriale.
Se sei tra i tanti italiani – la cifra si aggira sui 5 milioni, in possesso di partita Iva, sicuro sarai a conoscenza delle molteplici scadenze.
Se ancora non hai aperto la partita IVA ma sei in procinto di farlo, noi di Team Service possiamo offrirti un supporto concreto.
In che modo? Scopri come aprire una partita Iva e i servizi erogati da noi di Team Service.

Nell’articolo che ti accingi a leggere abbiamo scelto di affrontare due segmenti – le scadenze e i nostri servizi per chi vuole aprire una partita IVA, per darti una panoramica sull’argomento quanto più possibile esaustiva e sintetica.

Senza ulteriori indugi esaminiamo subito le principali scadenze di questo 2022 per le partite IVA.

Partita Iva: le principali scadenze del 2022

Sono molteplici e diverse le scadenze fiscali per le partite Iva di questo 2022, alcune già in archivio altre invece da segnare sul calendario.

Il primo scaglione è, come noto, alle spalle: il 30 giugno sono stati versati il saldo e il primo acconto.
Alla scadenza ordinaria summenzionata si affianca quella che consente di versare le restanti somme dovute entro i 30 giorni successivi, applicando la maggiorazione dello 0,40% come interesse corrispettivo.
La scadenza era prevista per il 30 luglio ma cadendo di sabato è stata rimandata al 22 agosto a causa della sospensione feriale (dal 1 del mese fino al 20 agosto).

Per avere piena contezza dei versamenti dovuti nel mese di agosto 2022 puoi agevolmente consultare lo scadenzario fiscale dell’Agenzia delle entrate; stesso discorso per il mese di settembre.

Con saldo intendiamo le imposte relative all’annualità precedente rispetto a quando si presenta la dichiarazione dei redditi.
Per acconto ci riferiamo invece alle imposte dell’anno in corso.
Per chi ha appena aperto partita Iva il versamento è rimandato sempre all’anno successivo.

<h3> Scadenze 2022 versamento secondo acconto IRPEF </h3>

Veniamo adesso a una data da segnare con una bella X sul calendario: il 30 novembre è il termine ultimo per il versamento del secondo acconto IRPEF.
Il termine è perentorio e non vi sono proroghe, può slittare soltanto se la data cade in un giorno festivo ma il 30 novembre 2022 è mercoledì.

È tenuto al pagamento del secondo acconto chi dichiara un’imposta superiore a 51,65 euro, al netto di detrazioni, crediti d’imposta, ritenute ed eccedenze.

L’acconto IRPEF dovuto è pari al 100% dell’imposta dichiarata ed è previsto un unico versamento se l’acconto non supera i 257,52 euro.
Nel caso in cui l’acconto dovesse superare o essere pari a 257,52 euro va versato in due rate: la prima pari al 40% del totale è stata versata il 30 giugno, la seconda – il restante 60% – va invece versata il 30 novembre.
La scadenza del 30 novembre non può essere rateizzata.
I soggetti ISA che applicano indici sintetici di affidabilità – inclusi i forfettari – pagano due rate uguali del 50% l’una, la seconda il 30 novembre.

Per maggiori informazioni sugli Indici sintetici di affidabilità, ti invitiamo a visitare la pagina dedicata sul sito dell’Agenzia delle entrate.
Un documento molto esaustivo sui vantaggi per imprese e professionisti lo trovi a questo link.

Dichiarazione redditi Partita IVA: il 31 ottobre è un’altra data da annotare

I redditi degli autonomi, come è noto, non confluiscono nel modello redditi precompilato; pertanto per la dichiarazione dei redditi per partita Iva è prevista una differente scadenza, per l’appunto il 31 ottobre.
Questa scadenza concerne soltanto l’invio telematico delle CU che va effettuata insieme al modello 770.

Il modello 770 deve essere presentato alternativamente:

  • dal sostituto d’imposta;
  • tramite un intermediario abilitato ai sensi dell’art. 3, comma 3, del D.P.R. 22 luglio 1998, n. 322 e successive modificazioni;
  • mediante altri soggetti incaricati (per le Amministrazioni dello Stato);
  • tramite società appartenenti al gruppo.

Sul sito dell’Agenzia delle entrate trovi maggiori informazioni sulla compilazione del modello 770 e il link per scaricarlo.

Come anticipato in apertura, veniamo adesso ai nostri servizi dedicati a chi ha intenzione di aprire una partita Iva.

Servizi per Partite Iva: noi di Team Service siamo sempre al tuo fianco

In apertura di articolo abbiamo parlato brevemente del supporto che possiamo offrire a chi ha intenzione di aprire la partita Iva, adesso affrontiamo nel dettaglio l’argomento elencando sinteticamente i principali servizi.

Il nostro aiuto copre tutte le incombenze relative alla fase iniziale e alle differenti e molteplici problematiche che dovrai affrontare.
Noi di Team Service possiamo garantirti una serie di servizi di intermediazione rivolti a liberi professionisti, ditte individuali e altre tipologie di imprese – anche le start up innovative – che hanno intenzione di iniziare la loro attività imprenditoriale.

Elenchiamo quindi, in maniera sintetica, tutti i nostri servizi:

  • apertura partita Iva ma anche iscrizione al Registro imprese della Camera di Commercio per ditte individuali e società
  • deposito bilancio
  • ottenimento licenze e altre – eventuali – autorizzazioni per lo svolgimento della propria attività;
  • ottenimento firma digitale e spid (in questo articolo trovi un approfondimento sulle differenze e analogie tra firma digitale e Spid);
  • ottenimento PEC, domicilio elettronico certificato indispensabile per comunicazioni con le PA;
  • attivazione dell’oggetto sociale nel caso delle società di persone o di capitali;
  • modifiche eventuali di Partita Iva;
  • comunicazione cessazione della partita Iva.

In più, offriamo un servizio ad hoc per le imprese a vocazione tecnologica e caratterizzate da un alto tasso di innovazione, le cosiddette start up innovative.

Ci occupiamo di tutta la trafila burocratica iniziale – presso la Camera di commercio e Agenzia delle entrate – fino all’elaborazione statuto e atto costitutivo; insomma, tutti i requisiti indispensabili per la start up per essere annoverata tra le imprese innovative presso il registro imprese.

Per la definizione di start up innovativa, ti invitiamo a visitare questa pagina del sito registro imprese.

Per qualsiasi ulteriore chiarimento non esitare a contattarci: puoi inviarci una mail all’indirizzo info@team-service.it

Hai bisogno di un consulto?
Scopri qual è il centro Team Service più vicino a te.

Condividi su

Ultimi Articoli

Team-Service-blog-novembre_GDPR
GDPR: cos’è e a che serve?
Team-Service-blog-novembre_catasto
Catasto: quali novità dal DDL 2022?
Team-Service-blog-novembre_Legge-bilancio
Legge di bilancio 2022 e imprese: cosa cambia per le aziende?
Team-Service-blog-novembre_Rintraccio-eredi-e-rinuncia-all’eredità
Modalità e procedure di ricerca per rintracciare gli eredi
Team-Service-blog-ottobre_Traduzioni-giurate--cosa-sono-e-a-cosa-servono (1)
Traduzioni giurate: cosa sono e a cosa servono
Team-Service-blog-ottobre_HACCP-privati-e-aziende
L’HACCP per privati e aziende
Team-Service-blog-ottobre_CyberExpert
Cyber security e sicurezza informatica: tutela i tuoi dati dagli attacchi hacker con CyberExpert
Team-Service-blog-ottobre_Relazione-tecnica-asseverata
Relazione tecnica asseverata
Team-Service-blog_Trascrizione-in-conservatoria-(3)
Trascrizione in conservatoria: cos’è e in quali casi effettuarla?
Team-Service-blog_servizi-per-P
Scadenze e servizi per Partita IVA 2022
Cerca