Blog e News

Blog e News

  1. Home
  2. /
  3. Blog
  4. /
  5. Impresa
  6. /
  7. Visura catastale e ipocatastale...

Visura catastale e ipocatastale e planimetria: cosa sono, chi può richiederle e quale supporto può fornire Team Service

Se mai ti fossi trovato a dover vendere o comprare un immobile, oppure a risolvere qualche controversia riguardo un edificio o un terreno già in tuo possesso, probabilmente già avrai sentito parlare di visura catastale, visura ipocatastale e planimetria. 

Ciò detto, ci sono comunque ancora molte persone che fanno confusione fra questi documenti e hanno difficoltà a distinguerli. Questo complica ulteriormente le cose quando c’è bisogno di rivolgersi ad un professionista oppure direttamente al sito dell’Agenzia del territorio per il loro ottenimento. 

Andiamo, quindi, subito a vedere cosa sono la visura catastale e ipocatastale e la planimetria, chi può richiederle e qual è, infine, il supporto fornito da Team Service.

Visura catastale e ipocatastale e planimetria: cosa sono e chi può richiederle

La visura catastale non è altro che un documento in cui sono contenute tutte le informazioni relative ad una proprietà immobiliare sia essa un terreno o un fabbricato, ossia:

  • Dati identificativi dell’immobile (foglio, particella, subalterno e così via); 
  • Rendita catastale;
  • Esatta ubicazione dell’immobile;
  • Excursus di tutte le eventuali modifiche urbanistiche effettuate nel corso del tempo.

Dato che queste informazioni dono pubbliche, tutti possono accedervi. L’unica differenza è che mentre i titolari del terreno e dell’edificio possono accedervi in modo gratuito, tutti gli altri possono farlo solo dietro pagamento di specifici oneri catastali.

La planimetria catastale è, invece, la rappresentazione grafica in scala di un’unità immobiliare, con indicati tutti i locali che la compongono, le parti comuni e le  rispettive dimensioni. A differenza della visura catastale, le planimetrie, per ragioni di privacy e sicurezza, possono essere richieste solo dai proprietari del bene o dai loro delegati. 

Infine, la visura ipocatastale, conosciuta anche come “visura ipotecaria”, corrisponde ad un particolare tipo di visura che consente di accedere ad informazioni dettagliate relative ai passaggi di proprietà dell’immobile. Possiamo, quindi, definire la visura ipocatastale come un documento che riassume quali e quante proprietà ha avuto un immobile e se ci sono stati o ci sono dei gravami quali ad esempio ipoteche volontarie, ipoteche giudiziarie, pignoramenti, citazioni e così via. 

In particolare, alcune delle informazioni che è possibile desumere dalla documentazione ipocatastale sono:

  • Descrizione catastale dell’immobile;
  • Quota di proprietà;
  • Atto pubblico di provenienza.
  • Trascrizioni (successioni, passaggi di proprietà, donazioni, locazioni);
  • Iscrizioni (ipoteche), annotazioni e altri gravami.

Vista la vastità di informazioni fornite, questo già di per sé può farti comprendere quanto sia importante fare la visura ipocatastale o ipotecaria di un immobile nel caso, ad esempio, di controversie legate alla proprietà del bene. 

Quando e perché richiedere la visura catastale, la visura ipocatastale e la planimetria

Le visure catastali, così come le planimetrie, vengono richieste solitamente quando c’è bisogno di acquistare o vendere un immobile, e sono utilizzate principalmente a fini fiscali, al fine di determinare la rendita di un immobile e/o fare il calcolo dei tributi. 

La visura ipocatastale, invece, è spesso utilizzata in sede giudiziaria allo scopo di dirimere controversie nate riguardo la proprietà di un immobile. Si tratta, in effetti, di un tipo di documento che viene spesso richiesto da notai e avvocati.

Un altro caso in cui, ad esempio, potrebbe essere necessario richiedere la visura in Conservatoria o visura ipocatastale è quando l’ex proprietario di un immobile riceve una cartella esattoriale per il pagamento dell’IMU su un edificio o un terreno che non è più di sua proprietà. Dato che, infatti, le cartelle esattoriali sono effettuate prendendo visione delle sole visure catastali, sarà necessario avviare una pratica di correzione catastale andando ad aggiornare i dati catastali con le informazioni relative ai passaggi di proprietà contenute all’interno della visura ipocatastale.

Come richiedere la visura catastale, la visura ipotecaria e le planimetrie

Veniamo ora ad uno degli argomenti più interessanti di questo articolo: come richiedere la visura catastale, la visura ipotecaria e le planimetrie. A tal proposito, bisogna dire che per ciascuno di questi documenti sono previste procedura di richiesta leggermente differenti, ecco perché preferiamo dedicare a ciascuno un paragrafo differente.

Come richiedere la visura catastale

La visura catastale può essere richiesta in tre modi differenti:

  • Di persona recandosi presso gli uffici provinciali dell’Agenzia delle Entrate;
  • Online attraverso il sito dell’Agenzia delle Entrate;
  • Attraverso un intermediario abilitato come Team Service.

Per poter effettuare la richiesta occorre inserire i dati anagrafici del proprietario o i dati catastali dell’immobile. I costi, seguendo le prime due modalità di richiesta, sono pari a zero se il richiedente è il proprietario dell’immobile oggetto della verifica. Se, invece, colui che fa la consultazione non è il proprietario, sarà applicata la tariffa prevista per legge. Anche rivolgendosi ad un intermediario ci sarà ovviamente un costo aggiuntivo pari alla commissione prevista dall’operatore e questa sarà applicata sia che il richiedente sia il proprietario, oppure un terzo. 

Come richiedere planimetrie e mappe catastali

Come abbiamo ben evidenziato, planimetrie e mappe catastali possono essere richieste solo dai proprietari del bene, sia che siano titolari della proprietà al 100% oppure comproprietari con altri, oppure da un terzo munito di delega da parte dello stesso. 

In questo caso, all’atto di delega firmato si dovrà comunque sempre allegare una fotocopia del documento di identità del delegante e del delegato. L’unica deroga rispetto a questa regola riguarda gli eredi del proprietario defunto, i quali possono aver bisogno di accedere a questi documenti ai fini della dichiarazione di successione (mettere link all’articolo dedicato alla dichiarazione di successione), l’autorità giudiziaria e i rappresentanti legali di una società qualora la proprietà spettasse a quest’ultima. 

I canali utilizzati per ottenere la planimetria sono gli stessi che abbiamo visto per la visura catastale. Per scaricare la mappa catastale o planimetria dal sito dell’Agenzia delle Entrate o per ottenerla recandosi in uno degli uffici territoriali, è però sempre necessario:

  • Fornire il codice fiscale dell’intestatario;
  • Indicare gli estremi catastali dell’immobile così come indicato nella visura catastale oppure nel rogito o nell’atto di proprietà del documento se sei il proprietario.

Come richiedere la visura ipocatastale

Le visure ipocatastali, a differenza delle visure catastali e delle planimetrie, devono essere richieste presso la Conservatoria dei Registri Immobiliari. Anche in tal caso, però, è necessario disporre di alcune informazioni, ovvero:

  • Dati catastali dell’immobile su cui si desidera fare l’indagine (nel caso delle visure ipocastastali per immobile);.
  • Dati anagrafici del soggetto cui si vuole desumere il patrimonio immobiliare (nel caso delle visure ipocastastali per soggetto).

La richiesta può ovviamente essere fatta a mano, recandosi presso la Conservatoria dell’Agenzia delle Entrate di riferimento, oppure direttamente online sul sito dell’Agenzia delle Entrate. Esiste anche qui la possibilità di rivolgersi ad un intermediario come Team Service, oppure a un notaio.

Per quanto riguarda i costi della visura ipocatastale, qui è previsto il pagamento di imposte statali pari a circa una decina di euro per visure contenenti fino ad un massimo di 30 formalità, con maggiorazioni  per tutte le formalità aggiuntive. Inoltre, affidandosi ad un intermediario sarà necessario pagare la commissione prevista per il servizio.

Cosa fa Team Service

Team Service dispone dell’accesso al sistema telematico dell’Agenzia delle Entrate utilizzato da professionisti quali agenti immobiliari, architetti, ingegneri, geometri, notai, avvocati, periti che lavorano per banche e assicurazioni e così via per scaricare visure catastali e planimetrie. Rispetto alle modalità previste per tutti, SISTER, questo il nome del sistema rivolto ai professionisti, è davvero molto più intuitivo e veloce. Nel caso ad esempio di una visura catastale saranno sufficienti pochi minuti dopo la richiesta, mentre per la planimetria non più di 10 minuti.

Questo a patto ovviamente di fornire, per la visura catastale, almeno i dati sull’immobile oppure i dati dei soggetti aventi diritto sullo stesso, mentre per la planimetria saranno necessari anche i dati catastali completi così come possono essere desunti dal certificato catastale qualora non li avessi già in tuo possesso e, ovviamente, la delega firmata del proprietario con allegata una fotocopia del un documento di riconoscimento.

Per avere maggiori informazioni, consulta sul nostro sito le pagine dedicate ai servizi di:

In alternativa, se preferisci un contatto diretto, puoi anche inviarci una e-mail all’indirizzo info@team-service.it o recarti di persona presso uno dei nostri centri dislocati su tutto il territorio nazionale.

Condividi su

Ultimi Articoli

7_startup
Finanziamenti start up 2022
6_cybersecurity
Cyber security
5-firma-digitale
Firma digitale e spid
4-bilancio-online
Deposito bilancio
4
Investigazioni aziendali
3 (1)-min
Pratiche camerali: perché conviene esternalizzarle
planimetria
Visura catastale e ipocatastale e planimetria: cosa sono, chi può richiederle e quale supporto può fornire Team Service
sicurezza_lavoro (1)
Sicurezza sul lavoro: Cos’è, perché le aziende devono occuparsene e qual è il supporto fornito da Team Service
4_Partita-iva
Partita IVA: cos'è, come funziona, quale supporto e aiuto offre team service
3_Firma-digitale-per-privati
Firma digitale per privati: cos’è, a cosa serve e come farla
Cerca