team service logo servizi e prodotti finanziari consulenza finanaziaria franchising e point

Blog e News

Blog e News

  1. Home
  2. /
  3. Blog
  4. /
  5. Pensioni
  6. /
  7. Bonus tredicesima pensioni 2023:...
pensioni 2023

Bonus tredicesima pensioni 2023: tutte le info

Con l’arrivo della fine dell’anno, milioni di lavoratori e pensionati italiani riceveranno la tredicesima, in particolare con questo articolo vedremo quali sono le novità relative al bonus tredicesima pensioni 2023. Questa somma extra sarà sicuramente gradita in vista delle festività, considerando l’aumento dei costi e un’incrollabile preoccupazione legata all’inflazione per coloro che devono gestire il bilancio familiare mensilmente.

Oltre alla tredicesima sui salari e alle pensioni, è importante ricordare l’assegnazione di un bonus tredicesima alle pensioni, rappresentato da un importo aggiuntivo di 154,94 euro che alcuni pensionati troveranno nel cedolino di dicembre. Tuttavia, va sottolineato che questo bonus non sarà applicato a tutti i trattamenti pensionistici, in quanto costituisce un’agevolazione specifica valida solo per alcuni trattamenti, secondo precisi limiti di reddito del 2023.

In cosa consiste il bonus

La manovra del 2001 introdusse il cosiddetto bonus tredicesima, così denominato perché rappresenta un importo aggiuntivo alla pensione, erogato insieme alla tredicesima e incluso nel cedolino pensione di dicembre, qualora siano soddisfatti i requisiti necessari.

L’importo del bonus tredicesima costituisce un supplemento alla pensione, pari a 154,94 euro.

Questo bonus tredicesima non subirà variazioni e, pertanto, non sarà incluso nell’incremento dell’0,8% previsto nell’aggiornamento anticipato per preservare il potere d’acquisto. In altre parole, questo contributo non sarà rivalutato, a differenza delle pensioni e della tredicesima.

Inoltre, è importante notare che il suddetto bonus non costituisce reddito, né ai fini fiscali né previdenziali e assistenziali. Di conseguenza, non è soggetto a tassazione e non influisce sul calcolo dell’Indicatore della Situazione Economica Equivalente (Isee).

A chi spetta il bonus

Il bonus tredicesima sarà concesso a determinate categorie di pensionati, mentre altri saranno esclusi da questa integrazione mensile aggiuntiva. In breve, l’importo sarà destinato:

  • Ai titolari di uno o più trattamenti pensionistici a carico dell’assicurazione generale obbligatoria o delle forme sostitutive, esclusive ed esonerative della stessa;
  • Ai titolari di forme pensionistiche obbligatorie gestite dagli enti privatizzati di cui al d.lgs 509/1994.

Per legge, saranno invece esclusi coloro che percepiscono trattamenti assistenziali (come ad esempio il trattamento di invalidità civile) e i titolari di pensioni dei dipendenti degli enti creditizi, dei dirigenti d’azienda e di trattamenti privi della natura di pensione. Tuttavia, chi è beneficiario dell’assegno di invalidità civile avrà diritto anche alla tredicesima.

Quali sono i limiti reddituali

Per ottenere il bonus tredicesima, è necessario soddisfare un requisito economico: l’importo della pensione lorda annua non deve superare quello della pensione minima o del trattamento minimo annuo del Fondo pensioni lavoratori dipendenti, fissato nel 2023 a 7.327,32 euro. Tuttavia, sarà concesso un importo parziale a coloro il cui reddito supera i 7.327,32 euro ma rimane al di sotto di 7.482,26 euro.

In questo secondo caso, l’importo aggiuntivo si determina sottraendo il proprio reddito dalla soglia di 7.482,26 euro menzionata. Ad esempio, se un pensionato ha un reddito di 7.450,00 euro all’anno, avrà diritto a un bonus tredicesima di soli 32,26 euro.

Sono rilevanti anche gli altri redditi del pensionato. Complessivamente, il reddito totale, che include anche quello da pensione, non deve superare i 10.990,98 euro per il 2023, corrispondente a 1,5 volte l’importo annuo del trattamento minimo. Nel caso in cui il pensionato non sia da solo ma sia coniugato, il reddito personale non deve superare i 10.990,98 euro all’anno e il reddito della coppia non deve superare i 21.981,96 euro, pari a tre volte l’importo del trattamento minimo.

Per concludere, il pagamento del bonus tredicesima relativo a dicembre 2023 avverrà automaticamente insieme al cedolino del prossimo mese, e l’importo, va sottolineato, non subirà alcuna rivalutazione. Pertanto, non sarà incluso nell’aumento dello 0,8%, previsto invece per pensioni e tredicesima mediante il conguaglio di rivalutazione.

In conclusione, il bonus sulla tredicesima pensione costituisce un significativo beneficio per numerosi pensionati italiani, fornendo un supporto finanziario supplementare in vista delle festività e considerando le sfide economiche legate all’aumento dei prezzi e all’inflazione. Tuttavia, è fondamentale comprendere attentamente i dettagli del bonus tredicesima e i requisiti necessari per poterne usufruire, poiché, come evidente, non è destinato a tutti i pensionati.

È altresì rilevante notare che il bonus tredicesima non viene considerato come reddito ai fini fiscali, previdenziali o assistenziali, garantendo quindi un beneficio senza ulteriori oneri per i pensionati. Tuttavia, l’accesso a tale bonus è vincolato a specifiche categorie di pensionati, escludendo altri trattamenti pensionistici e redditi che superano i limiti stabiliti per il 2023.

In sintesi, il bonus sulla tredicesima pensione rappresenta un contributo prezioso per alcuni pensionati italiani, offrendo un sollievo finanziario durante un periodo cruciale dell’anno. La sua inclusione nel cedolino di dicembre costituisce un ulteriore motivo di attenzione per i beneficiari, consentendo loro di pianificare le spese in modo oculato, tenendo conto di questo significativo incentivo finanziario.

Se ti occorrono ulteriori informazioni, invia una mail a info@team-service.it.

Condividi su

Ultimi Articoli

cinesi
Riduci Rischi e Incrementa Affidabilità con la Verifica delle Licenze Cinesi
Bonus chirurgia estetica
Bonus chirurgia estetica 2024: detrazione IVA per la bellezza
superbonus110%
Novità sul Superbonus 110%: Estensione dei Benefici per la Ricostruzione Post Sismica
Certificazione di alfabetizzazione digitale
Certificazione di alfabetizzazione digitale: requisito obbligatorio per il personale ATA
fatturazione elettronica
Fatturazione elettronica obbligatoria per tutti i forfettari dal 1° gennaio 2024
coacervo
Modifiche Dichiarazione di Successione: Coacervo Abolito e Nuove Norme Fiscali
pensioni 2023
Bonus tredicesima pensioni 2023: tutte le info
titolare effettivo
Titolare Effettivo: comunicazione obbligatoria entro l'11 dicembre
contitu
Nuova rottamazione: modifica il tuo piano con ContiTu
bollette
Aumento delle bollette: Come affrontare i costi energetici crescenti nel 2023
Cerca